Focaccia in padella.. la dieta può attendere!

Standard

Da qualche tempo seguo un gruppo su facebook in cui cuoche più o meno esperte si sbizzarriscono con ricette, idee e consigli in cucina. La fortuna – per la mia affezionata ciccia post gravidanza – è che posso replicare solo un decimo di ciò che vedo, grazie all’autonomia ridottissima di Gea (e ci mancherebbe altro, a 6 mesi.. ma per questo argomento ci vuole un articolo a parte) che mi lascia poco tempo “libero”.

Ho i minuti contati per mettere insieme pranzi e cene.. ma per fortuna il maritozzo non è uno particolarmente esigente e non si scandalizza se tot sere a settimana finiamo a tavola con qualche zuppa di legumi e le solite verdurine saltate in padella. Ieri sera, però, mentre lui si spupazzava la pupotta ancora gasata dal terzo bagnetto in piscina (stavolta condiviso con una “amichetta di pancia”), mi sono ritrovata automaticamente a tirar fuori dalla dispensa i pacchetti già aperti di 3 tipi di farine che – guarda guarda la casualità! – vanno fatti fuori rapidamente visto che sta arrivando il caldo! 😉

Così, senza nemmeno deciderlo, in 5 minuti avevo impastato rapidamente i pochi ingredienti necessari per la focaccia in padella di cui avevo letto tanti post entusiastici, improvvisando un ripieno con i peperoni gentilmente regalati dalla suocera e altre cosette buonine saltate fuori magicamente dal frigo..

Immagine

Ecco la ricetta, anche questa modificata secondo le mie preferenze e disponibilità:

– 500 gr di farina (io ho fatto un mix di farina bianca, integrale e di riso)
– 200 gr di acqua
– 100 gr di latte (io ho usato quello di riso)
– una bustina di lievito istantaneo (io ho usato un cucchiaino di lievito e un cucchiaino di bicarbonato)
– un cucchiaino di sale
– 3 cucchiai di olio evo
– un pizzico di zucchero

Basta impastare, dividere in due pallette e stendere l’impasto ricavando due dischi. Ed ecco che la parte complicata della ricetta è stata già eseguita. Facile, no? Adesso non resta che ungere una padella antiaderente (la più grande che avete perché 500 grammi di farina non sono pochi!), appoggiare il primo disco di pasta, sbizzarrirsi con il ripieno e chiudere con il secondo disco di pasta. A questo punto è fatta, ma meglio far attenzione a sigillare abbastanza i bordi, schiacciando leggermente la pasta con le dita o con una forchetta in modo che i due dischi aderiscano bene. Per concludere i 5 minuti di preparazione totali io ho spolverizzato la superficie della focaccia (il secondo disco) anche con poco origano e sale.

Non resta che tappare bene la padella con un coperchio e far cuocere la focaccia 10 minuti per lato a fuoco basso, magari controllando di tanto in tanto che si stia effettivamente facendo una bella crosticina nel primo disco, per facilitare la “giravolta” e far cuocere anche l’altro lato.

Il mio ripieno improvvisato – e rigorosamente vegetariano – prevedeva: una mozzarellina a fettine, poco parmigiano grattugiato, olive a rondelle, qualche noce tritata (presa a colpi di bicchiere, per la verità), filettini di peperone cotto al forno e spellato (fortunato residuo del pranzo, sennò avrei usato pomodorini o qualche ortaggio grigliato).

Risultato: il maritozzo che pochi minuti prima aveva sentenziato “io stasera mangio solo una mela, ho spizzicato troppo tra bruschette&co come aperitivo” se n’è spazzolato una fettona in 2 minuti e mezzo.. ritrovando magicamente l’appetito solo grazie al profumino che veniva fuori scoperchiando la padella.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...