Alla ricerca del biscotto perfetto

Standard

20140516_212027Continuano gli esperimenti culinari per trovare i biscotti che avranno l’onore di accompagnarci durante le nostre colazioni: buoni in primis, ovvio, ma anche leggeri, semplici, per quanto possibile sani e – a questo punto, iniziando l’autosvezzamento di Gea – a prova di bebé..

Per una neomamma golosona come me l’ideale sarebbe un biscotto invitante per gli occhi e per il palato, facile da impastare con solo una forchetta o una spatola, da preparare nei ritagli di tempo tra una poppata e un cambio pannolino, croccante al punto giusto dopo una rapida cottura, cioccolatoso – elemento immancabile – e che magari, dato che ci siamo, aiuti a dimagrire.. Come volere troppo, eh?

Non potendo trovare la ricetta miracolosa del gustoso-leggero-e-sano-tutto-attaccato, è possibile però individuare il giusto compromesso calorico per evitare almeno di guadagnare chiletti extra (da aggiungere ai residui della gravidanza nel mio caso): basta affidarsi a ingredienti alternativi ai classici burro/zucchero/uova per realizzare dolci davvero buoni e che magari non facciano schizzare alle stelle il conteggio delle calorie quotidiane. Quando poi un dischetto di impasto croccante può aprire le porte ad abbinamenti di sapori nuovi,e far apprezzare alimenti che difficilmente si trovano nelle dispense delle nostre case, il compromesso – se davvero c’è – mi sembra più che accettabile.

Quindi ben vengano farine di cereali meno comuni, semi preziosi poco impiegati in cucina, frutta secca e no, spezie profumate, insieme a tutti quegli ingredienti che permettono di ridurre il consumo di alimenti non proprio sani, quanto meno se assunti in eccesso: ottimi sostituti dello zucchero come malto di riso o succo di mela concentrato, latte di mandorle/riso/soia al posto del comune latte vaccino o per legare impasti senza utilizzare le uova, olio di oliva direttamente dalla Sicilia al posto del burro.

In realtà non è questa grande follia, il web fornisce varie ricette meritevoli di essere candidate alla prova del forno.. a me resta solo il piacere di pasticciare e fare le mie solite variazioni sul tema.

Non sono per niente un’esperta, ho poche nozioni tanto di cucina quanto di alimentazione sana; ma mi piace tanto assaggiare ricette nuove, sperimentare ai fornelli con ingredienti poco comuni e – soprattutto – non mettere paletti inutili e controproducenti alla mia voglia di imparare, quindi bando alle ciance perché è il momento dei..

… biscotti con avena e cioccolato (ispirata alla ricetta letta su Pane&marmellata, ma modificata riducendo l’olio ed eliminando totalmente lo zucchero)

  • 225 gr di farina
  • 75 gr di olio d’oliva dal sapore delicato
  • 100 gr di malto di riso
  • un cucchiaino e mezzo di bicarbonato di sodio
  • 50 g di acqua tiepida/latte di riso
  • 250 g di fiocchi d’avena
  • 100 g di cioccolato fondente
  • cardamomo (o la classica vaniglia)

Procedimento semplicissimo: mescolare gli ingredienti liquidi e poi unire quelli secchi; formare delle palline da schiacciare semplicemente con la mano o un bicchiere magari. Per la cottura bastano 15-20 minuti a 180 gradi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...